Il 17 Aprile vota SI, il mare è di tutti!

Il 17 aprile siamo chiamati alle urne per esprimere la nostra volontà sulle trivellazioni in mare entro le 12 miglia. Attualmente le piattaforme in funzione sul territorio nazionale sono 21, e si trovano in : Sicilia, Calabria, Puglia, Basilicata, Emilia Romagna, Marche e Veneto. Il referendum pone un paletto alla proroga delle concessioni alle aziende petrolifere, allo stato attuale le compagnie hanno a disposizione concessioni con durata iniziale di 30 anni, prolungabili per due volte fino ad un massimo di 40 anni più altri 5 di proroga possibili.piattaforme

Il provvedimento inserito dal governo Renzi, fa si che le trivellazioni possano continuare fino all’ esaurimento del giacimento, dando di fatto in mano ai privati la possibilità di continuare ad usufruire di un bene comune al libitum.

Altro problema importante è la dismissione degli impianti non più produttivi, le aziende petrolifere potrebbero per esempio dichiarare un giacimento esaurito ancora in attività, evitando così ingenti costi di dismissione.

Perchè votare SI:

  • diamo una scadenza certa alle concessioni di petrolio e gas in mare entro le 12 miglia dalla costa;
  • non rinunciamo a una risorsa strategica. Il contributo delle attività estrattive entro le 12 miglia sono pari al 3% dei nostri consumi di gas e meno dell’1% di petrolio;
  • ci riappropriamo del nostro mare. Attualmente, solo le compagnie petrolifere che operano entro le 12 miglia godono del privilegio di concessioni a tempo indeterminato;
  • diamo più forza alle fonti rinnovabili, già oggi concrete. Le energie rinnovabili coprono il 40% dei consumi elettrici del nostro Paese;
  • diminuiamo i rischi e abbiamo garanzie sulla dismissione degli impianti;
  • cancelliamo i privilegi di cui godono le lobby petrolifere;
  • fermiamo le trivellazioni ancora consentite nelle 12 miglia dalla costa;
  • creiamo altra occupazione nel settore energetico, quello rinnovabile e dell’efficienza;
  • diamo un contributo alla lotta ai mutamenti climatici.

Partecipando al referendum del 17 aprile, possiamo dire basta allo sfruttamento del territorio volto all’ arricchimento dei gruppi petroliferi, e possiamo davvero ripensare un’idea di sviluppo sostenibile.

Per qualsiasi informazione e chiarimento è stato allestito un punto informazioni sul corso XX settembre nei pressi di Cremeria Vienna.

944333_1059274284144034_5090693930552039151_n

1393 Visite totali 2 Visite oggi
Massimiliano Marasco

Leave a Reply

You must be logged in to post a comment.